la Madonna appare a Garabandal

18 Giugno 1961

18 giugno 1961. In un paesino del Nord della Spagna, San Sebastián de Garabandal, quattro bambine – Conchita, Jacinta, Mari Loli e Mari Cruz – affermano di aver avuto un’apparizione di San Michele Arcangelo. Alcuni giorni dopo, il 2 luglio 1961, ricevono la visita della Madonna del Carmelo. A questa prima visita seguono più di duemila incontri con la celestiale Signora. Il parroco del paese, don Valentín, e il brigadiere della Guardia Civile, Juan Álvarez Seco, si troveranno improvvisamente implicati come protagonisti in un avvenimento che li oltrepassa, cercando di comprendere dov’è la verità, di fronte da un lato ad una gerarchia perplessa e dall’altro a una moltitudine sempre più crescente di persone che si recano al paese alla ricerca di risposte.

 

 

“Dobbiamo fare molti sacrifici, molta penitenza, visitare frequentemente il Santissimo Sacramento, ma prima di tutto dobbiamo vivere in modo più retto e santo. Se non lo facciamo, il castigo sarà sopra di noi. Il calice si sta già colmando e, se non cambiamo vita, un castigo molto grave verrà su tutta l’umanità”, questo uno dei tanti messaggi della Vergine.

 

L'avvertimento

Prima del Grande Miracolo, ci sarà un avvertimento soprannaturale che viene direttamente da Dio per preparaci.

L’avvertimento si vedrà in cielo in ogni parte del mondo e sarà sentito da tutti, qualunque sia la loro condizione e conoscenza di Dio, esattamente nello stesso tempo. Sarà un’esperienza terribile, ma è per il bene delle nostre anime, perché vedremo dentro noi stessi, nella nostra coscienza, il bene e il male che abbiamo fatto. Dio desidera la nostra salvezza, quindi l’avvertimento non ha come scopo l’incutere paura ma farci avvicinare maggiormente a Lui e avere più fede.

Il Miracolo

Nell’ottobre del 1961, la Vergine annunciò a Conchita il Grande Miracolo, più tardi lo comunicò anche alle altre tre. Conchita dice che sarà un giovedì alle 20.30 e che durerà un quarto d’ora; ma un segno rimarrà visibile ai pini sino alla fine dei tempi. Coinciderà con un grande evento ecclesiale. Guariranno i malati presenti, i peccatori si convertiranno e gli increduli crederanno. Conchita sa la data del Miracolo e lo annuncerà otto giorni prima.

Il castigo

Se dopo il Miracolo il mondo non cambierà, ci sarà un castigo. Dice Conchita: “Il castigo, se non cambiamo, sarà terribile. Noi, Loli, Jacinta ed io, lo abbiamo visto; ma non posso rivelare in che cosa consiste, perchè la Vergine non mi ha dato il permesso. Quando lo vidi, sentii una grande paura, malgrado stessi vedendo allo stesso tempo la Vergine in tutta la Sua bellezza e indescrivibile bontà!”.

 

Conchita specificò: “Mancano TRE Papi e poi viene la fine dei tempi, che non è la fine del mondo” 

 

Il film in lingua italiana

Il Documentario in lingua italiana